Il nostro sito utilizza cookie tecnici. Maggiori informazioni
X

Sei in: PiazzettaMonte > 1 aprile 2005

1 aprile 2005


 
 
Gentili Lettori,
questo numero di Piazzetta Monte 1, il terzo nella sua cronologia editoriale, si contraddistingue per la pluralità degli argomenti trattati.
Molti sono gli articoli redatti da firme autorevoli non solo italiane.
Abbiamo volontariamente procrastinato l’uscita di questo numero per attendere che la novellazione legislativa, in tema di competitività e sviluppo economico, apportata dal Governo, venisse formalmente convertita in legge ed entrasse in vigore. La rilevanza delle novità introdotte, soprattutto nella disciplina delle procedure esecutive e di riforma del fallimento, ci ha così indotto ad organizzare per il prossimo 22 giugno un convegno a Verona quale occasione per approfondire i contenuti del provvedimento legislativo. Nella sezione Eventi è possibile reperire tutte le informazioni in merito al programma dei lavori congressuali e alle modalità per iscriversi.
Vi rimando pertanto alle nutrite pagine interne della rivista e vi lascio alla lettura degli editoriali di Giovanni Sala, Presidente del Consiglio di Amministrazione di UGC Banca e di Paolo Fiorentino, Vice Direttore Generale del Gruppo UniCredit, nonché Responsabile della neocostituita Divisione Global Banking Services.
 
Dino Crivellari
 
 
 
Paolo Fiorentino - Vice Direttore Generale Gruppo UniCredit e Responsabile della Divisione Global Banking Services
 
In questi anni il Gruppo UniCredit ha fatto moltissima strada, non solo sotto il profilo organizzativo ma anche e soprattutto sul fronte della qualità che è in grado di offrire ai suoi clienti e alle sue persone.
Come ha ricordato in più occasioni il nostro Amministratore Delegato, i risultati con cui abbiamo chiuso l’esercizio 2004 ci hanno dato in gran parte ragione, siamo cresciuti in modo significativo come quote di mercato, siamo cresciuti come numero di clienti, sono cresciute le componenti più stabili dei nostri ricavi.
 
Il panorama è quindi positivo, anche se è necessario essere consapevoli del fatto che continuare a crescere con tassi di sviluppo così significativi diventa sempre più complicato e sfidante, soprattutto se i buoni risultati
devono essere conseguiti senza prescindere dalla qualità e dall’attenzione ai clienti che da sempre caratterizzano l’azione del Gruppo. Diventa, quindi, assolutamente necessario aumentare la focalizzazione sull’efficienza.
 
Noi abbiamo sempre posto grande attenzione a questa dimensione del nostro lavoro ma, nei prossimi anni, l’ottimizzazione dei processi e la razionalizzazione dei costi rappresenteranno due elementi fondamentali per competere con successo nel mercato europeo. In quest’ottica va letta la costituzione della Divisione Global Banking Services, una Divisione nata per concentrarsi sull’efficienza dei processi organizzativi, dei sistemi informativi e sulla valorizzazione del nostro bene più importante, il capitale umano rappresentato da tutte le persone che lavorano nel Gruppo.
 
Da queste premesse si spiega il recente ingresso di UGC Banca nella compagine della Divisione Global Banking Services. Dando il benvenuto a tutti i colleghi che entrano a far parte della nostra “famiglia”, vorrei sottolineare il ruolo che UGC Banca ha avuto finora nel nostro Gruppo e, soprattutto, il ruolo che avrà in futuro nella realizzazione degli obiettivi della nostra Divisione.
 
Alla base del successo dell’azienda ci sono non solo le performance di recupero registrate dalla Banca, superiori alle attese. Ci sono anche e soprattutto la professionalità, la sensibilità e la continua attenzione posta da UGC Banca alla relazione con il cliente, così come la ricerca costante del miglioramento dell’efficienza nei processi e dell’ottimizzazione del rapporto costi/performance di recupero, che saranno sempre di più la vera ossessione dell’Azienda.
 
Siamo inoltre convinti di avere una grande squadra guidata da un senior management con una lunga esperienza nel settore e un’efficiente struttura organizzativa.
Come si vede, esistono tutte le premesse perché UGC Banca possa giocare un ruolo da protagonista nel perseguimento degli obiettivi della nostra Divisione e del piano strategico 2004-2007 di Gruppo.
 
Per realizzare una strategia di successo, però, non sono sufficienti