Il nostro sito utilizza cookie tecnici. Maggiori informazioni
X

Sei in: PiazzettaMonte > III Trimestre 2006

III Trimestre 2006



Cari Lettori
in Italia esistono molteplici categorie professionali attive in tutti i settori di mercato. Anche nel recupero crediti è possibile individuare più di un professionista. UGC Banca da parte sua ha contribuito ad incrementare tale tipicità formando ed impiegando Consulenti nella Gestione dei crediti anomali. Si tratta di professionisti per la maggior parte iscritti all’Albo dei Mediatori Creditizi, dedicati a gestire la relazione con il debitore e a raggiungere un accordo bonario che al contempo soddisfi il creditore per importo, tempi e costi di recupero.
La categoria dei Mediatori Creditizi nell’ultimo anno è stata inoltre al centro di importanti trasformazioni o meglio rinnovate interpretazioni e definizioni del suo ambito di competenza. Qualche esempio. La Riforma della Legge sul Risparmio ne ha ampliato l’operatività estendendola anche al recupero dei crediti non performing per conto di banche ed istituzioni finanziarie.  Una recente circolare della Banca d’Italia in tema di attività bancaria “fuori sede” ha espressamente nominato, pur con le opportune cautele, il Mediatore Creditizio come soggetto cui gli istituti di credito possono rivolgersi per svolgere attività bancaria di promozione dei servizi fuori dai loro tradizionali uffici commerciali.
La Redazione di Piazzetta Monte 1 non poteva trascurare queste novità di settore. All’interno di questo numero ampio spazio è stato pertanto dedicato ad approfondire l’argomento.
Ma nel nostro intento di supportare la libera professione, particolare attenzione abbiamo rivolto anche alla categoria dei dottori commercialisti. UGC Banca nell’ultima parte dell’anno è quindi intervenuta a due dirette del MAP, la piattaforma tecnologica promossa dall’Ordine dei Dottori Commercialisti di Torino per favorire la formazione permanente dei commercialisti. Ad ogni diretta partecipano in media 21.000 professionisti. A questi è diretto l’articolo sulla nostra esperienza al MAP pubblicato nella sezione “Eventi” di questo numero.
In ultimo, al fine di sottolineare come l’operare nel settore del recupero crediti rappresenti una attività che richiede una forte specializzazione ed elevate professionalità abbiamo voluto illustrarvi dei comportamenti “atipici” posti in essere da alcune società iberiche, lasciando a voi lettori l’eventuale giudizio di apprezzamento o meno.
Come di consueto concludo auspicando che anche questo numero si risolva per voi in una interessante lettura
Dino Crivellari