Il nostro sito utilizza cookie tecnici. Maggiori informazioni
X

Sei in: PiazzettaMonte > III Trimestre 2009

III Trimestre 2009



Carissimi lettori,
nella ricorrenza del decennale di attività nel non performing loans di UniCredit Credit Management Bank con questo numero di Piazzetta Monte 1 si apre un nuovo corso. Dopo 5 anni dalla prima uscita la Redazione ha deciso di abbandonare il formato tabloid per dare al periodico una veste maggiormente conforme alla specificità tecnica dei suoi contenuti preferendovi il taglio editoriale del magazine.
Colgo l’occasione per ringraziare tutti gli autori che con i loro articoli hanno consentito alla rivista di superare il quinquennio editoriale. La Redazione ha scelto per la copertina del numero che apre al nuovo una immagine tratta dall’opera dell’incisore contemporaneo Andre Beuchat che ha fatto dell’allegoria il fulcro intorno a cui ruota tutta la sua arte.
L’allegoria d’altronde è utilizzare immagini e testi il cui significato ne cela un altro più profondo e Piazzetta Monte 1 mira proprio a dare un punto di vista ulteriore a fatti, dati e norme che regolano il settore dei crediti non performing. D’altro canto la stessa dicitura “credito non performante”, traducendo dall’inglese, indica un bene che realizza una perdita al pari dello scarto aziendale ma in realtà sia l’uno che l’altro sono tutt’altro che improduttivi l’importante è “termovalorizzarne” il valore in modo che lo stesso ne generi un altro produttore di liquidità e tale da poter essere reimmesso nel circuito economico.
Gli argomenti affrontati in questo numero sono principalmente legati all’innovazione e alle riforme che stanno caratterizzando il settore NPLs italiano, ad iniziare dal Processo Civile Telematico. Il 2009 è l’anno in cui hanno preso avvio le prime sperimentazioni della Informatizzazione dei Processi in diversi Tribunali pilota. Si tratta di un cambiamento culturale importante e necessario. Personalmente credo molto in questa innovazione. Gli effetti positivi sicuramente saranno percepibili nel medio termine. I benefici saranno molteplici e a favore di tutti gli operatori del sistema. In particolare l’Avvocato tornerà fare il proprio mestiere a “tempo pieno” recuperando quello speso per attività amministrative, a breve sostituite da automatismi informatici.
Ampio spazio abbiamo deciso di dare alla proposta di legge di riforma delle Amministrazioni Straordinarie. Ringrazio a riguardo l’on. Ignazio Abrignani ed il prof. Francesco Macario per la loro partecipazione al Convegno organizzato da UniCredit Credit Management Bank con il patrocinio del Ministero dello Sviluppo Economico ed il coordinamento scientifico del dott. Fabrizio di Marzio, magistrato presso la Sezione Fallimentare del Tribunale di Roma, lo scorso 5 ottobre su “Crisi d’Impresa e Amministrazione Straordinaria: verso la Riforma”, e per aver voluto contribuire a questo numero con un loro scritto intervenendo in materia.
Come prassi editoriale diversi sono gli approfondimenti di dottrina e giurisprudenza per i quali vi rimando alle pagine interne dedicate.
Buona lettura.
 
Dino Crivellari